A proposito di responsabilità…

Si fa un gran parlare in questi giorni di responsabilità.
Non possiamo noi di Responsabilities non dire la nostra sull’argomento.

L’anno scorso, periodo nel quale tutti erano responsabili, abbiamo sentito la necessità di creare un portale delle respons-abilità, ovvero di attori che a vario livello se la sentissero di impegnarsi per contribuire, in modo assolutamente originale ed inedito, a dare delle risposte al territorio: così piccole aziende, consumatori, enti pubblici, scuole, fondazioni religiose, partecipano sul portale alla realizzazione di progetti legati ai giovani. Cioè hanno deciso di collaborare in modo sinergico, dando un esempio concreto di “responsabilità preventiva”: non rispondiamo solamente di qualcosa a qualcuno, ma ancor prima stimoliamo la società civile ad esigere risposte, a pretendere che si facciano cose per la collettività, e a verificarne i risultati.

Il paradigma l’abbiamo invertito: non basta più coltivare il proprio orticello ed eventualmente rispondere del raccolto al proprietario. Da noi si comincia a coltivare solo dopo aver studiato quale può essere la migliore utilizzazione di quell’orto ai fini del miglioramento del territorio, da un punto di vista sia lavorativo, che sociale, che ambientale. Così facendo investiamo proprio nell’unico, e trasversale settore in grado di guarire il nostro  Paese malato: i giovani.

Un’incursione nella politica. Ai partiti questo messaggio: vivete la società civile come una risorsa ed una potenzialità e non come una minaccia. Non concentratevi sulla modalità migliore per proteggere la macchina organizzativa, l’apparato, bensì cercate di capire, quindi di comprendere, che per avvicinare e riacquistare un filo diretto con la popolazione, dovete agire di “responsabilità preventiva” appunto, tendendo la mano a idee e persone nuove, fresche, accettando di mettersi anche in discussione. Perchè dal confronto nascono sempre spunti interessanti, e comunque la diversità arricchisce.

La responsabilità politica è funzione del livello di coscienza raggiunto, quello che quando ti guardi allo specchio ti fa sentire fiero di te stesso, perchè il tuo obiettivo è sempre stato quello di realizzare il meglio per la società e per quello ti sei battuto, con la fatica della coerenza e a volte, con il coraggio della discontinuità.

Noi qui sul portale continuiamo nel frattempo a portare avanti i nostri progetti, le nostre battaglie quotidiane, ad allargare la cerchia di aziende che si riconoscono in questo modello economico sociale, a stimolare la partecipazione dei cittadini sia in termini di acquisti responsabili che di partecipazione ai progetti e condivisione di contenuti.

Nel nostro piccolo stiamo operando per il bene dell’Italia, affinchè cambi non qualcosa, ma tutto.

Paola Chiesa
Staff Responsabilities – Torino